LEONARDO
RID Articoli Mese
logo RIDa cura della Rivista Italiana Difesa
RID - Rivista Italiana Difesa 07-03-2019 Addio all'EA-6B PROWLER Il 9 marzo una cerimonia a Cherry Point chiuderà una multidecennale carriera data: a cura di:


Il 9 marzo, dopo 42 anni di onorato servizio, l'EA-6B PROWLER andrà definitivamente in pensione con lo scioglimento dell'ultimo squadrone dell'USMC ad utilizzarlo, il Marine Tactical Electronic Warfare Squadron (VMAQ) 2. Lo squadrone è parte del Marine Aircraft Group 14, 2nd Marine Aircraft Wing, ed è di stanza sulla base di Cherry Point, dove si terrà la cerimonia di addio.

Il graduale ritiro dei Prowler dei Marines era iniziato nel 2016 con la chiusura dello squadrone addestrativo e del primo dei 4 squadroni di prima linea. Da allora, ogni anno un ulteriore squadrone è stato sciolto.

L'US Navy aveva ritirato il suo ultimo PROWLER nel 2015, rimpiazzandolo con l'EA-18G GROWLER, la variante per guerra elettronica e SEAD sviluppata a partire dal SUPER HORNET. L'USMC ha scelto un approccio differente per rimpiazzare le sue capacità di guerra elettronica, distribuendole su tutte le altre piattaforme aeree del suo arsenale: oltre alle capacità EW proprie di F-35B e C, l'USMC sfrutta sistemi EW in pod dedicati e capaci di lavorare in network. In particolare, l'USMC ha investito sul sistema ALQ-231 INTREPID TIGER II (IT II): questa famiglia di sistemi Electronic Warfare, inizialmente nata per disturbare le comunicazioni avversarie, si sta evolvendo per jammare cooperativamente anche i radar, con la sua versione X. I pod INTREPID TIGER II, nelle loro varie forme, sono già integrati sugli AV-8B HARRIER e F/A-18A-D e sugli elicotteri UH-1Y VENOM, con attività d'integrazione pianificate o in corso anche su AH-1Z VIPER, tilt-rotor MV-22B OSPREY e KC-130J, come parte del kit “tanker-cannoniera” HARVEST HAWK.

Un payload IT II è in sviluppo anche per gli UAS MQ-21 INTEGRATOR e il futuro grande UAV a decollo e atterraggio verticale MUX avrà a sua volta un ruolo nella guerra elettronica distribuita.


Condividi su: