a cura della Rivista Italiana Difesa
Altri F-16 “second hand” per la Giordania data: 06-11-2017 a cura di: Andrea Mottola

La scorsa settimana la Giordania ha ricevuto i primi F-16AM/BM Block 20 MLU olandesi legati ad un accordo firmato nel 2013 per 15 caccia ad un costo di 76 milioni di euro. Le prime consegne sono già partite durante l’ultima settimana di ottobre, con i primi 6 VIPER (5 monoposto ed un biposto BM) giunti da Volkel – con scali ad Aviano e Souda Bay - e pilotati da equipaggi giordani fino alla loro nuova “casa” di al-Azraq. I restanti 9 aerei dovrebbero essere consegnati entro la prima metà di dicembre. Nonostante si trattasse di aerei già sottoposti ad aggiornamento di mezza vita (MLU), pare che l’Aeronautica Giordana abbia richiesto, prima della consegna, un ulteriore upgrade del software, passato dalla variante M5 - che già prevedeva l’integrazione di nuovi sistemi d’arma, quali bombe guidate stand-off AGM-154 JSOW, un miglioramento della precisione dei sistemi GPS e di navigazione inerziale ed un incremento della loro resilienza al jamming e l’introduzione del sistema di trasmissioni dati Link-16 e di radio VHF AN/ARC-210, dedicate alle comunicazioni con i FAC (Forward Air Controllers) - alla configurazione M6.5. Tale configurazione, l’ultima disponibile per gli F-16 europei, equipara le capacità degli F-16 MLU alla variante Block 50 e include l’integrazione di diversi armamenti, tra cui bombe GBU-54 JDAM e GBU-39 SDB, missili JASSM, AIM-120D ed AIM-9X, l’integrazione dei nuovi rack BRU-69, un aggiornamento del protocollo Link-16 e l’upgrade all’interfaccia software del pod di navigazione e attacco LANTIRN AN/AAQ-14, al sistema RWR AN/ALR-56M e al GPS. Effettivamente, nei 4 anni trascorsi dalla firma dell’accordo, almeno una coppia di velivoli destinati alla Giordania – un F-16AM ed un biposto BM – hanno svolto una serie di test di volo presso la base di Leeuwarden ed il centro aero-logistico dell’Aeronautica Olandese di Woensdrecht legati alla specifica configurazione richiesta dai giordani. Proprio per la prosecuzione di tali test, gli stessi Giordani avevano rinviato la consegna dei velivoli inizialmente prevista per il 2015. I 15 VIPER destinati alla Giordania si aggiungono a 6 caccia biposto F-16BM consegnati dall’Olanda verso la fine del 2009, ed integrano una flotta che, tra 2007 e 2011, ha visto anche l’acquisizione di 23 F-16 ex belgi (18 monoposto e 5 biposto) per un totale di 58 F-16 “MLUizzati”. Gli aerei olandesi fanno parte di una serie di F-16 che l’Olanda ha negli anni ceduto ad altre Forze Aeree, come i 36 esemplari (29 F-16AM e 7 F-16BM) consegnati al Cile in 2 lotti da 18 velivoli nei periodi 2006/2007 e 2010/2011. Ad oggi, l’Olanda mantiene in servizio 68 F-16 – di cui 7 posti in riserva – che verranno rimpiazzati da 37 F-35A tra il 2019 ed il 2024.


Condividi su: