a cura dell'Esercito Italiano
Combat Readiness per la Brigata Ariete data: 24-10-2017 a cura di: Esercito Italiano

Si è conclusa domenica, con il conseguimento della combat readiness da parte della Brigata “Ariete”certificata dalla delegazione di valutatori della NATO presenti sul posto, la fase due dell’esercitazione “Brilliant Ledger”.

L’attività, svoltasi presso la Caserma “Ugo Mara” di Solbiate e il comprensorio addestrativo di “La Comina” in Pordenone e di Bellinzago Novarese, ha visto il Comandante del Centro di Simulazione e Validazione di Civitavecchia (Ce.Si.Va.), Generale di Divisione Maurizio Boni, ricoprire la funzione di “Direttore dell’Esercitazione”, assistito da un’organizzazione multi-nazionale basata sull’apporto professionale di personale appartenente a 15 Nazioni della NATO e proveniente da 19 Enti e Reparti nazionali e 14 Unità straniere.

Scopo dell’attività è stato quello di verificare la capacità del Corpo d’Armata a guida Italiana di Solbiate Olona (VA) e della Brigata “Ariete” di pianificare e condurre operazioni ad elevata intensità in uno scenario operativo molto complesso, quali componenti terrestri del pacchetto di forze di reazione rapida della NATO offerto dall’Italia all’Alleanza per il 2018.

La 132^ Brigata corazzata “Ariete” è stata designata Very High Readiness Joint Task Force (VJTF) Land Brigade dell’Alleanza atlantica.

L’esercitazione, cui ha preso parte attiva anche personale militare straniero proveniente da paesi che aderiscono all’impegno VJTF come Spagna, Albania, Lituania, Portogallo, Ungheria e Slovenia, si è sviluppata attraverso una serie simulata di attivazioni tattiche di elevata complessità, volte a testare le capacità del posto comando di dirigere, coordinare e controllare, in operazioni ad elevata intensità, un complesso di forze pluriarma alleato. Ad essere validate sono state anche le procedure adottate dal posto comando della grande unità che ha dimostrato di saper integrare, nei propri meccanismi di funzionamento, reparti e personale dell’alleanza.

Oltre al Comando Brigata “Ariete” che, per l’occasione, ha allestito il proprio posto comando proiettabile, hanno partecipato assetti di tutte le unità, organiche e non, inserite nel force package VJTF. All’attività erano presenti anche osservatori provenienti dalla brigata tedesca che avvicenderà l’”Ariete” nel 2019, del NATO Rapid Deployble Corps (NRDC-ITA), del Comando Forze Operative Nord (COMFOP NORD) e del Comando Divisione “Friuli”, al Ce.Si.Va. è stato affidato il compito di fornire l’Exercise Control (EXCON) della esercitazione.

Nel corso dell’esercitazione, i reparti hanno ricevuto la visita del Comandante di NRDC-ITA, ente che nell’ambito della eNRF (enhanced Nato Response Force) deterrà il comando e controllo della parte terrestre della VJTF e del Comandante della Divisione “Friuli”.

La “Brilliant Ledger” rappresenta la conclusione di un iter addestrativo intenso e complesso che la Brigata “Ariete” ha svolto per prepararsi al meglio a questa nuova sfida e, più in generale, per assolvere compiti diversificati in campo nazionale ed all’estero. Un impegno tutt’ora in atto e su cui sono concentrati consistenti sforzi della Forza Armata e che l’Ariete porterà avanti assicurando il mantenimento della capacità operativa raggiunta, attraverso l’implementazione della preparazione e la condotta, nei prossimi mesi, di ulteriori importanti esercitazioni.


Condividi su: