a cura della Rivista Italiana Difesa
Pronte le 4 componenti della NRF 2018 data: 18-10-2017 a cura di: Redazione

Con la certificazione del Comando NRDC-ITA di Solbiate Olona si è completato il ciclo esercitativo di preparazione dei Comandi delle componenti Terrestre, Navale, Aerea e Forze Speciali della Enhanced NATO Response Force (ENRF) per l’anno 2018.

In ordine di tempo, il 18 settembre scorso, il Comando Operazioni Aeree a guida tedesca (JFAC-KALKAR), comandato dal Lt. Gen. Joachim Wundrak, ha condotto l’esercitazione live BRILLIANT ARROW con aerei e batterie di difesa aerea collocate nella Germania del Nord e in Olanda.

La settimana successiva, il Comando della Task Force marittima francese France MARFOR, comandato dal Rear Admiral Olivier Lebas, ha svolto l’esercitazione BRILLIANT MARINER con circa 20 unità navali tra cui la portaeromobili SP JUAN CARLOS I e la Flag Ship FRA MISTRAL.

A seguire, dal 5 al 12 ottobre, sono state condotte in contemporanea le esercitazioni BRILLIANT SWORD - a Minorca per il Comando Forze Speciali a guida spagnola comandato dal Gen. Div. Jaime Iñiguez - e la BRILLIANT LEDGER a Bellinzago Novarese per certificare la prontezza del Comando del Corpo d’Armata di Reazione Rapida a guida Italiana, condotta dal Gen. C.A. Roberto Perretti.

Tutte le attività di training per la ENRF 18 sono state dirette dal NATO Joint Force Command di Brunssum che ha coordinato gli scenari e fornito l’HICON (Higher Control).

Il Comandante del JFC Brunssum, Generale C.A. Salvatore Farina è stato presente in tutte le 4 esercitazioni dei Comandi di Componente incluso l’evento culminante presso l’area addestrativa di Bellinzago Novarese, conclusosi il 12 ottobre scorso.

Alla presenza del Presidente dell’Assemblea Parlamentare NATO On. Alli, del Comandante di LANDCOM Gen.C.A. Darryl A. Williams, del Comandante del Corpo d’Armata di reazione rapida greco (NRDC Gr) Gen. C. A. Dimitrios Bikos, del Gen. C.A. Marchiò, Comandante del COE Esercito, e di ufficiali osservatori-certificatori del Comando Supremo di SHAPE-Mons, il Gen. Farina ha evidenziato l’altissimo profilo professionale dimostrato dal Comandante di NRDC-ITA Gen. C.A. Roberto Perretti, l’eccellente preparazione di tutto lo Staff multinazionale, nonché le capacità e le strutture di Comando e Controllo campali di protezione e difesa del Posto Comando schierato sul terreno.

L’Alleanza, ha detto il Gen. Farina, può contare con piena fiducia sulle Forze e i Comandi dedicati alla NATO Response Force per l’anno 2018. In particolare, riferendosi all’ NRDC-ITA, ha constatato gli ulteriori progressi conseguiti indicando come “questo Comando sia un’importantissima risorsa per la NATO, per le Forze Armate Italiane e per tutti i Paesi Alleati, per garantire Difesa, Pace e Sicurezza nell’area Euroatlantica and beyond”.

La ENRF è composta da circa 40.000 uomini contro i 13.000 uomini che costituivano la cosiddetta Immediate Response Force (IRF) della vecchia NRF. Da un punto di vista organico, la ENRF è costituita da 3 tipologie di forze differenti. La prima, la punta di lancia, è rappresentata dalla VJTF (Very High Readiness Joint Task Force, ovvero da una forza ad altissima prontezza, guidata annualmente da una singola nazione secondo il concetto framework nation, in grado di dispiegarsi in tempi estremamente rapidi per fronteggiare una situazione di grave crisi. La VJTF comprende una brigata multinazionale, fino a 5 battaglioni di manovra, supportati da assetti aerei, navali e SOF, ed è capace di proiettarsi per intero in soli 5 giorni, mentre il posto comando avanzato ed un battaglione di manovra sono proiettabili in 48 ore. Giusto per fare un raffronto, al IRF della vecchia NRF era dispiegabile in 30 giorni. La seconda componente della ENRF è rappresentata dall'Initial Follow On Forces Group (IFFG). L'IFFG è composta da 26.000 unità ed è in grado di dispiegarsi seguendo la VJTF in 45 giorni, a partire da 2 brigate cosiddette di rinforzo capace di dispiegarsi in tempi sempre molto brevi. In pratica si tratta di un pacchetto di forze di rinforzo, o di seconda ondata. Infine, il terzo elemento è costituito dal Response Forces Pool (RFP), ovvero da un pacchetto di forze più ampio ed a minore prontezza che permetterà alla NATO di mantenere un ampio spettro di capacità militari con le quali poter fronteggiare l'evoluzione delle contingenze.

Il JFC Brunssum si alterna annualmente con JFC Napoli al comando della ENRF ed a tal proposito è in grado di enucleare un Joint Task Force HQ (JTF HQ) dispiegabile, ovvero una  struttura di comando campale capace di esercitare il comando ed il controllo tattico sul terreno delle forze della ENRF. Alcune aliquote del  JTF HQ quali l'ORLT (Operational Liaison and Reconnaissance Team (OLRT), il Forward Command Element (FCE) e l'Initial Command Element (ICE) devono essere in grado di muovere già in 48 ore e sostenersi in operazioni per almeno 30 giorni, o più a lungo in se riforniti. Il JFC è stato in turno ENRF nel 2016 e lo sarà, come descritto, nuovamente il prossimo anno, mentre quest'anno è stata la volta del Comando gemello di Napoli.


Condividi su: