a cura della Marina Militare
Nasce il corso Dunatos Amerigo Vespucci, in Oceano Atlantico nasce il corso Dunatos (ΔΥΝΑΤΌ&# data: 04-09-2017 a cura di: Marina Militare

I giorni scorsi è nato il corso degli allievi della 1^ classe dell’Accademia Navale di Livorno. Non più singoli allievi ma un team, un gruppo di militari che, nell’intero arco della propria carriera professionale e non solo, potrà sentirsi profondamente legato l’un l’altro dal corso Dunatos, dal motto e dalla bandiera distintiva.

Lo sfondo dell’Oceano Atlantico in una bella giornata di navigazione, tra le Isole Azzorre e la Spagna, hanno consentito di svolgere perfettamente la cerimonia con il tradizionale “urlo” degli allievi saliti sulle alberate della Maestra e della Mezzana, per formalizzare all’Oceano la nascita del loro corso.

Appresa la notizia il Capo di Stato Maggiore della Marina, ammiraglio di squadra Valter Girardelli, ha salutato calorosamente la nascita del corso Dunatos, augurando agli allievi “che i venti e la potenza del mare vi siano sempre favorevoli per vincere tutte le sfide che incontrerete sul vostro cammino professionale, per il superiore bene della Marina Militare, della Difesa e della Nazione”.

Grande soddisfazione per il traguardo raggiunto viene confermata dal comandante alla classe, capitano di corvetta Michele Franceschino, che in questa avventura oltreoceano ha l’onore e il privilegio di gestire la crescita professionale a 360° dei suoi 125 allievi, tutti alla prima esperienza in mare e a bordo.

“La nascita di questo Corso descrive i sogni e le attese che gli allievi hanno perseguito per l’intero anno di studi. Per me rappresenta invece un traguardo, un punto di arrivo ma allo stesso modo un luogo di partenza verso nuove sfide e obiettivi. Avere un riferimento personale sulla bandiera del corso Dunatos, per me significa essere riuscito a trasmettere ai miei allievi quei valori fondanti in cui tutti noi crediamo, con una nota di affetto che ci lega profondamente. Adesso i Dunatos sono nuovamente pronti ad armare la prora e salpare verso nuovi orizzonti”.

 

Maggiori informazioni sul portale della Marina


Condividi su: