a cura della Rivista Italiana Difesa
Ecco il SUPER HORNET Block III data: 12-04-2017 a cura di: Redazione

Boeing ha ufficialmente lanciato una nuova variante del cacciabombardiere imbarcato SUPER HORNET, denominata SUPER HORNET Block III, per complementare la flotta di F-35C della US Navy oltre il 2030. Il Block III si differenza dall'Advanced SUPER HORNET, presentato nel 2013, per il fatto che l'enfasi viene posta adesso non più sul miglioramento della capacità stealth del velivolo, ma sull'incremento delle capacità di networking. L'obbiettivo, infatti, è quello di far diventare il SUPER HORNET un nodo intelligente della rete dell'US Navy IFC-CA (Naval Integrated Fire Control-Counter Air). Per far questo, Boeing propone l'installazione sul velivolo del "super" computer Distributed Targeting Processor-Networked (DTP-N) e del data-link ad alta velocità, basato su protocollo IP, Targeting Network Technology (TNT). A queste modifiche bisogna poi aggiungere un nuovo cockpit con un display "large-area" 10x19 pollici della Elbit, simile a quello proposto per il velivolo con il quale Boeing corre assieme a Saab per la gara T-X e per eventuali future varianti export dell'F-15 STRIKE EAGLE. Nel pacchetto di modifiche rientrano anche altri upgrades già previsti per l'Advanced SUPER HORNET o che sono in acquisizione per i SUPER HORNET in servizio. Tra questi, l'IRST a lungo raggio Lockheed Martin AN/ASG-34 (V)1, i serbatoi conformali da 3.5000 galloni, che aumenterebbero il range del velivolo di 150 nm ed il "time on station" fino a mezz'ora, l'Integrated Defensive Electronic Countermeasures (IDECM) AN/ALQ-214 della Harris e migliorie al radar AESA Raytheon APG-79. Al momento, non è tuttavia compresa l'adozione del nuovo motore F414-GE-400. Ulteriori approfondimenti su RDI 6/17.


Condividi su: