LEONARDOFincantieriAvio
RID Articoli MeseViaggiCorso FI
Notizie a cura di RIDlogo RID
anteprima logo RID Varata la LSS VULCANO

Nel cantiere Fincantieri di Muggiano si è svolto ieri sera un suggestivo varo completo della nuova unità di supporto logistico della Marina Militare LSS VULCANO a soli 3 anni dalla concessione del contratto, come ha tenuto a sottolineare orgoglioso l'Amministratore Delegato di Fincantieri Giuseppe Bono. L’unità – che assieme ai PPA ed all’LHD TRIESTE rientra nella “Legge Navale” - ha una lunghezza fuori tutto di 193 m, una larghezza di 16,3 m ed un dislocamento di oltre 27.000 t. La nave può ospitare un equipaggio di 235 persone, ha un hangar capace di ricoverare 2 elicotteri EH-101 e come armamento principale possiede un cannone da 76 mm Leonardo SUPER RAPIDO. L'unità è fondamentale per il supporo della squadra navale disponendo di grande autonomia, di depositi di carburante (aeronautico e navale) e di viveri, di officine, depositi di pezzi di ricambio, ecc. Alla cerimonia hanno preso parte il Capo di Stato Maggiore della Marina Amm. Valter Girardelli, i vertici di Fincantieri e Leonardo, nonché di altre aziende della difesa, e pure il Nuovo Ministro della Difesa Elisabetta Trenta, alla sua prima partecipazione ad un evento del genere. Il Ministro ha sottolineato l'importanza del fattore tencologico e delle capacità industriali annesse "da tutelare e rafforzare per consentire all'Italia di restare tra i grandi e consentirle di difendere al meglio i propri interessi nazionali vitali". Parole importanti alle quali speriamo facciano quanto prima seguito atti concreti, a cominciare dalla riproposizione di quella "legge sessennale sugli investimenti" contenuta nel DDL di attuazione del Libro Bianco non approvato durante l'ultima legislatura. 

anteprima logo RID SEAFUTURE entra nel vivo

SEAFUTURE 2018, in corso presso la base navale di La Spezia, sta entrando nel vivo. Tanti i temi oggetto del nutrito programma di seminari e conferenze. Ricordiamo i seminari sui fondi europei per la Difesa oppure il seminario dedicato allo sviluppo delle batterie al litio per l’impiego sui futuri sottomarini della Marina Militare (U-212 NFS). Presentati anche i risultati sulle attività di certificazione del munizionamento guidato a lunga gittata della famiglia VULCANO sviluppato da Leonardo, sull’uso delle realtà virtuale nel processo di progettazione delle nuove unità della Marina Militare, nonché sulla stampa 3D delle parti di ricambio. Come di consueto si è parlato anche di refitting con le esperienze portate a completamento da Fincantieri sulle unità navali entrate in servizio con la Guardia Costiera del Bangladesh e con la Marina Peruviana. Più specificamente, il focus della terza giornata ha visto protagonista gli attori responsabili rispettivamente a livello nazionale ed internazionale dei programmi di sviluppo, progettazione, produzione, trasformazione ed ammodernamento, in pratica della gestione nel corso della vita operativa, delle unità militari: da una parte la Direzione degli Armamenti Navali (NAVARM) e dall'altra l'Organizzazione per la Cooperazione Congiunta in Materia di Armamenti, meglio conosciuta come OCCAR. Quest'ultimo ente indipendente a livello europeo gestisce ben 13 programmi internazionali nel settore del procurement terrestre, aeronautico e navale, fra cui quello congiunto italo-francese delle fregate multi-missione europee FREMM e delle nuove unità da supporto logistico (LSS) e dei Pattugliatori Polivalenti d'Altura (PPA) per la Marina Militare. Nel presentare le capacità della propria organizzazione, l’attuale Direttore di OCCAR, Generale Arturo Alfonso Meiriño, ha evidenziato come quest'ultima assicuri una flessibilità di gestione dei programmi non ottenibile a livello nazionale e si candidi quale struttura di gestione dei futuri progetti nel settore della Difesa della Comunità Europea. Gli ha fatto eco il Direttore di NAVARM, l'Ammiraglio Ispettore Capo Matteo Bisceglia (futuro Direttore di OCCAR), che ha rimarcato come l'assunzione ad OCCAR dei programmi per la costruzione e gestione in servizio delle nuove unità della Marina Militare, ha dato risalto ai medesimi contribuendo all'allargamento alla Francia del progetto LSS ed alla partecipazione come osservatore del Brasile in vista di una possibile acquisizione. Nel corso della connessa tavola rotonda, gli esponenti di Fincantieri, Leonardo, MBDA ed Orizzonte Sistemi Navali hanno confermato la bontà del sistema di gestione offerto da OCCAR e della scelta di NAVARM. Tornando agli eventi più “tecnici” sono proseguiti i lavori del workshop della Marina Militare e del CSSN sull’uso dei veicoli non pilotati nella lotta subacquea, affiancato dal seminario sulla gestione della crisi cibernetica organizzato da Segredifesa e sulle tecnologie per la sicurezza cibernetica organizzato dall’Università di Pisa.

anteprima logo RID Consegnati i primi 2 F-35 per la Turchia

Lockheed Martin ha consegnato alla Turchia i primi 2 F-35A nel corso di una cerimonia svoltasi nello stabilimento dell’azienda di Fort Worth (Texas). I velivoli resteranno negli USA, presso la base dell’USAF di Luke, fino al novembre 2019. Entro il 2020, il Paese riceverà altri 4 esemplari ed i rimanenti 24 aerei – ricordiamo che la Turchia ha al momento ordinato 30 F-35 – entro il 2024. La sorte del programma F-35 turco resta però a rischio dopo che il Congresso americano ha bloccato le vendite dei velivoli al Paese in relazione alle recenti posizioni in termini di politica di sicurezza e difesa assunte da Ankara con l'acquisizione, tra l’altro, del sistema antiaereo russo sup-aria polivalente S-400.

anteprima logo RID Novità sul 76 mm SOVRAPONTE

Lo sviluppo del nuovo cannone navale Leonardo 76/62 SOVRAPONTE, destinato da equipaggiare i PPA della Marina Militare, è in stato molto avanzato. Secondo quanto risulta a RID, proprio di recente, l’azienda ha condotto presso il balipedio Cottrau di Portovenere i test di una raffica da 15 colpi. Un passaggio importante che dà una misura empirica estremamente affidabile circa la solidità del progetto, in vista delle FAT (Factory Acceptance Test) previste entro la fine dell’anno. Il complesso sarà poi imparcato sul primo PPA nekl primo quarto del 2019. Ricordiamo che il SOVRAPOPNTE conserva le stesse prestazioni del 76/62 standard, ma con un peso del 30% inferiore che garantisce un più ampio spettro di possibilità installative come, per esempio, sopra l’hangar di una nave (vedi il caso dei PPA). In tal senso il SOVRAPONTE può prendere il posto anche di sistemi missilistici quali il RAM offrendo, tuttavia, una maggiore flessibilità d’impiego che va oltre l’autodifesa contro i missili da crociera, ma che comprende anche tiro controcosta, contro-superficie, ecc.

anteprima logo RID La Francia ritira i MIRAGE 2000N

Domani, 21 giugno, l’Armee de l’Air terrà, presso la base di Istres, la cerimonia di ritiro ufficiale degli ultimi 29 - degli originari 75 - cacciabombardieri nucleari tattici MIRAGE 2000N ancora operativi presso l’Escadron de Chasse 2/4 La Fayette.

anteprima logo RID ACV: vincono Iveco DV e BAE Systems

Iveco Defence Vehicles e BAE Systems si sono aggiudicate il programma ACV dei Marines.

  1 2 3 4 5 6 7 8 Next >>