LEONARDOFincantieriAvio
RID Articoli MeseViaggiCorso FI
Argomento Selezionato: Sicurezza
anteprima logo RID Parte l'attacco russo in Siria (update)

In queste ore sono partiti i primi raid delle forze aeree russe contro i ribelli anti-Assad. I velivoli hanno colpito obbiettivi nell'area di Homs, in mano governativa ma da tempo sottoposta alla pressione sia delle forze di ISIS che, soprattutto, dell'Esercito della Conquista, fronte che comprende i salafiti di Ahrar Al Sham, i qaedisti “ufficiali” di Al Nusra e le fazioni del Free Syrian Army che si rifanno alla Fratellanza Musulmana

anteprima logo RID OSDIFE - Report sugli Eventi CBRNe nel Mondo

L’Osservatorio Sicurezza e Difesa CBRNe, in collaborazione con il CUFS - Centro Universitario di Formazione per la Sicurezza dell’Università degli Studi della Repubblica di San Marino e con il Dipartimento di Ingegneria Elettronica dell’Università di Roma “Tor Vergata”, rende noto il nuovo Report sugli Eventi CBRNe in Italia, in Europa e nel Mondo relativo al mese di Agosto 2015.

anteprima logo RID Primi blindati italiani per il Libano

A breve inizieranno le consegne alle Forze Armate Libanesi (LAF, Lebanese Armed Forces) dei primi veicoli tattici 4x4 Iveco LMV (Light Multirole Vehicle). I mezzi fanno parte di una commessa firmata a dicembre 2014 con la Iveco Defence Vehicle di Bolzano comprendente oltre che 26 LMV anche autocarri, 5 veicoli super-protetti VTMM e 10 blindati trasporto truppe e con capacità anfibia VBTP

anteprima logo RID Siria: la partita decisiva?

Durante i mesi estivi è proseguito il trend, iniziato la scorsa primavera, che ha visto un progressivo arretramento delle forze leali al regime Assad, con conseguenti perdite di terreno sia nei confronti di ISIL/Daesh, in particolare nel settore centr-settentrionale del Paese, che va da Homs a Deir Ezzor, passando per Palmyra, sia, soprattutto, a favore delle altre forze ribelli nell’area nordoccidentale della Siria, nello specifico nella zona di Idlib e della pianura di Ghab

anteprima logo RID Assad perde terreno e la Russia lo aiuta

Ormai da mesi il regime di Assad sta perdendo terreno. Le fazioni ribelli, soprattutto quelle islamiche, sono sempre più forti, mentre le forze regolari di Damasco devono fronteggiare un altissimo tasso di attrito ed enormi difficoltà nell'arruolamento dato che i bacini tradizionali si vanno via, via prosciugandosi. Dallo scorso gennaio, il regime ha perso quasi il 20% del territorio incalzato, da un lato, dall'offensiva nel nord-ovest dell'Esercito della Conquista

anteprima logo RID Turchia: due guerre al prezzo di una

Alla fine, Recep Tayyip Erdogan, il Presidente turco che ambisce ad essere una sorta di nuovo Sultano del XXI secolo, si è… accorto del “califfo nero” dell’ISIL.

<< Prev. 9 10 11 12 13 14