LEONARDO RID Articoli Mese Fincantieri Viaggi
Notizie a cura dell'Aeronautica Militarelogo Aeronautica Militare
anteprima logo Aeronautica Italiana Il Gen. Girardi visita la TFA del 4°STORMO

Il Generale Franco Girardi, accompagnato dal Generale Silvano Frigerio, ha visitato gli uomini e le donne del rischieramento italiano in Bulgaria

a cura dell'
anteprima logo Aeronautica Italiana 65° Congresso di Medicina Aeronautica e Spaziale
Si sono aperti oggi i lavori del 65° Congresso Internazionale di Medicina Aeronautica e Spaziale (65th International Congress of Aviation and Space Medicine - ICASM 2017) che prevede la partecipazione di più di 400 scienziati ed esperti del settore aeromedico provenienti da oltre 80 Paesi.
Erano presenti alla cerimonia il Generale Ispettore Capo Enrico Tomao, Capo del Corpo Sanitario Aeronautico e Ispettore Generale della Sanità Militare, il Presidente del Consiglio Nazionale delle Ricerche, Prof. Massimo Inguscio, il Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, Generale di Squadra Aerea Enzo Vecciarelli, il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Claudio Graziano, il Sottosegretario di Stato alla Difesa, l’On. Domenico Rossi, il Presidente del Parlamento Europeo, On. Antonio Tajani.
 
La comunità aeromedica mondiale discuterà dall’11 al 14 settembre 2017 presso il Consiglio Nazionale delle Ricerche sia del benessere dei milioni di passeggeri che viaggiano quotidianamente a bordo degli aerei commerciali, sia dei problemi aeromedici dei professionisti del settore, piloti ed equipaggi, militari e civili, per incrementare sempre di più la sicurezza del volo. Una specifica sessione sarà dedicata alla Cardiologia aeronautica ed alla valutazione del rischio aeromedico nel volo di piloti ed equipaggi, legato alle patologie cardiovascolari che oggi, nel mondo occidentale, sono la prima causa di morte nella popolazione generale. Legata a questa tematica è quella dell’aumento dell’età media dei piloti commerciali, fenomeno che viene studiato approfonditamente per stabilire politiche comuni di gestione dell’idoneità medica dei naviganti, in particolare di quelli ultrasessantenni. Saranno, inoltre, discussi numerosi casi clinici riguardanti particolari patologie venute all’attenzione dei medici aeronautici e che pongono problemi importanti nel giudizio di idoneità al volo, unitamente alle tradizionali tematiche di human factor e gestione della fatica operazionale, aircrew performance, addestramento aerofisiologico e medical evacuation.
 
a cura dell'
anteprima logo Aeronautica Italiana Incendi: oltre 44mila litri sganciati dall'AM

Da metà luglio gli elicotteri dell'Aeronautica Militare stanno operando in Sicilia nell'ambito del dispositivo della Difesa in supporto alla Protezione Civile per la lotta agli incendi.

In particolare, un elicottero HH-212 dell'80° Centro CSAR (Combat Search and Rescue) di Decimomannu (Cagliari), equipaggiato con una speciale benna in grado di caricare circa 750 litri di acqua, è schierato presso la base aerea di Trapani Birgi in prontezza con equipaggi specializzati in attività antincendio.

Finora sono circa 90 le ore di volo effettuate, per un totale di circa 600 sganci e più di 440.000 litri d'acqua riversati sulle zone colpite dai roghi. Gli interventi, coordinati dal Comando Operazioni Aeree di Poggio Renatico (Fe), in contatto diretto con il Centro Operativo Aereo Unificato (COAU) della Protezione Civile, si sono concentrati principalmente in alcune località della regione Sicilia delle province di Agrigento, Trapani e Palermo.

Attività antincendio è stata svolta anche nella regione Sardegna che ha visto impiegato ancora una volta un elicottero HH-212 dell'80° Centro CSAR di Decimomannu (CA) in una missione di spegnimento roghi in località Sorgono, nella provincia di Nuoro.

L'antincendio è una della capacità duali che l'Aeronautica Militare, in concorso con le altre Forze Armate, mette quotidianamente a disposizione della collettività nei casi di pubblica utilità o in occasione di calamità, operando in questo caso in stretta sinergia e a supporto delle diverse agenzie e corpi dello Stato impegnati nei soccorsi a terra e in volo. 

 

Leggi la notizia completa sul sito dell'Aeronautica Militare

a cura dell'
anteprima logo Aeronautica Italiana La comunità di Laconi ricorda i caduti della 46^

Martedì 29 agosto, presso la località “Is Forros” di Laconi in Sardegna, si è svolta la cerimonia di commemorazione dell’equipaggio della 46ª Brigata Aerea che perse la vita tragicamente il 29 agosto 1985 durante lo spegnimento di un incendio nelle campagne del paese.

La celebrazione in onore dei quattro uomini dell’Aeronautica Militare, il Maggiore Fabrizio Tarasconi, il Tenente Paolo Capodacqua, il Maresciallo Lido Luzzi e il Maresciallo Rosario Ferrante, si è svolta alla presenza dei familiari e delle autorità civili, religiose e militari.

L’evento ha visto la partecipazione del Comandante della 46ª Brigata Aerea, Generale di Brigata Aerea Girolamo Iadicicco, del Comandante del Poligono Sperimentale e di Addestramento Interforze del Salto di Quirra, Generale di Brigata Aerea Giorgio Francesco Russo e di una rappresentanza militare dei Reparti.

Dopo una messa in suffragio dei caduti, celebrata nella località luogo della tragedia, è stata deposta una corona presso il monumento sito nella piazza a Laconi.

Il Sindaco di Laconi, Anna Paola Zaccheddu, ha espresso a nome della comunità sentite parole di vicinanza ai familiari degli aviatori che sacrificarono la loro esistenza per il bene della collettività.

In tanti si sono dati appuntamento per commemorare i quattro aviatori dell'Aeronautica Militare, precipitati con il loro aereo a Is Forros il 29 agosto 1985. Quel giorno, un pericoloso incendio avanzava minacciosamente verso il centro abitato. Intervenne un G222 della 46ª Brigata Aerea di Pisa, impegnato in Sardegna per l'annuale campagna antincendio. Al termine di un'operazione antincendio compiuta con successo, il velivolo precipitò sulle colline della località del Sarcidano. Il ricordo di quanto accaduto è rimasto impresso nella comunità poiché tanti furono testimoni della tragedia e della scomparsa dei quattro Aviatori, poi insigniti della medaglia d'oro al merito civile dal Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi.

 

Leggi la notizia completa sul sito dell'Aeronautica Militare

a cura dell'
anteprima logo Aeronautica Italiana MeteoAM: nuova pagina web dedicata al mare

Una nuova sezione interamente dedicata alle previsioni di dettaglio sulle condizioni dei mari intorno all'Italia sbarca sul portale del Servizio Meteorologico dell'Aeronautica Militare (www.meteoam.it). Da alcuni giorni, infatti, addetti ai lavori e semplici cittadini hanno la possibilità di accedere e consultare nuove mappe ad alta risoluzione che hanno lo scopo di arricchire ulteriormente l'offerta di informazione meteorologica di possibile interesse per il mondo della navigazione marittima all'interno del bacino mediterraneo.

La nuova pagina - raggiungibile al link "http://www.meteoam.it/nettuno/areedettagliate#" - è stata realizzata in modalità interattiva e consente di scegliere la combinazione di parametri che si vogliono consultare tra lo stato del mare, l'altezza, il periodo e la direzione dell'onda, nonché la direzione e l'intensità del vento, semplicemente selezionando il bacino di interesse direttamente sulla mappa e visualizzando le mappe di previsione in sequenza anche animata. Il tutto con un dettaglio spaziale che sfrutta la massima risoluzione attualmente possibile con il sistema "Nettuno", il modello di previsione numerica per il mare utilizzato dal Servizio Meteorologico dell'Aeronautica Militare.

Questa novità si aggiunge a quanto già disponibile nella sezione del sito dedicata al mare, popolata con quattro aggiornamenti giornalieri del Bollettino del Mare, e nove Avvisi di Burrasca, con le mappe di previsione sul mare a tre giorni di validità e con le misurazioni satellitari delle temperature di superficie.

Il sistema Nettuno, implementato dal Servizio Meteorologico dell'Aeronautica Militare nell'ambito di una collaborazione con l'ISMAR (Istituto Scienze Marine) - CNR di Venezia, si basa sul modello numerico delle onde denominato WAM (WAve Model) e sul modello atmosferico COSMO (per determinare la distribuzione spaziale e temporale del moto ondoso) ed è alla base di tutta l'attività previsionale meteomarina degli Enti e Reparti del comparto meteo dell'Aeronautica Militare.

Leggi la notizia completa sul sito dell'Aeronautica Militare

a cura dell'
anteprima logo Aeronautica Italiana Scramble per una coppia di TYPHOON

Nel primo pomeriggio di giovedì 13 luglio un velivolo civile belga in volo da Ibiza (Spagna) a Larnaca (Cipro) ha fatto scattare l'allarme di "scramble" a seguito di un mancato collegamento radio con gli enti del controllo dello spazio aereo nazionale. 

Leggi la notizia completa sul portale web dell'Aeronautica Militare

a cura dell'
  1 2 3 4 5 6 7 8 Next >>