anteprima Esercitazione tra caschi blu italiani e le LAF 20-03-2017

Si è conclusa, presso la Base “Millevoi” di Shama, sede del Comando di Sector West, la “White Thunder 2017”, esercitazione congiunta tra i caschi blu italiani e le Forze Armate Libanesi (LAF) al termine del Corso di “Crowd and Riot Control & Unarmed Fight”.

a cura di Stato Maggiore Difesa
anteprima La minaccia del jihadismo nei Balcani 17-03-2017

Il 16 marzo si è svolta alla Camera la conferenza sulla “minaccia della radicalizzazione jihadista nei Balcani: una sfida per la sicurezza europea”, promossa dalla Delegazione italiana presso l’Assemblea parlamentare della NATO, in collaborazione con il Centro studi internazionali (Ce.S.I) del Presidente dell’Istituto, Andrea Margelletti, che ha moderato la discussione. 

a cura di Andrea Mottola
anteprima Aeronautica: al via operazione NATO Northern Ice 17-03-2017
Sei velivoli caccia intercettori Eurofighter del 4°, 36° e 37° Stormo dell'Aeronautica Militare, decollati dall'aeroporto militare di Grosseto, sono atterrati all'aeroporto di Keflavik in Islanda per dare  il via all'operazione NATO Interim Air Policing in Islanda, denominata "Northern Ice". L'operazione ha come obiettivo quello di preservare l'integrità dello spazio aereo della NATO, rafforzando l'attività di sorveglianza dei cieli  dell’Islanda che non possiede capacità e strutture per la difesa aerea autonoma. L’Italia come altri Paesi hanno assunto quindi questo impegno nell’ambito dell’Alleanza.
a cura di Stato Maggiore Difesa
anteprima A settembre operativo l’hub NATO di Napoli 16-03-2017

A settembre l’hub NATO per il sud in via di costituzione presso il Joint Forces Command di Napoli dovrebbe raggiungere la sua capacità operativa iniziale (IOC, Initial Operational Capability). La costituzione di tale hub, fortemente voluta dall’Italia, si inserisce nelle misure che la NATO ha preso nell’ultimo anno per affrontare la crisi che sta attraversando il suo fianco meridionale e l’intera regione del Mediterraneo. L’hub dovrebbe essere composto da circa 90 unità di personale (analisti, esperti d’intelligence, ecc.): metà fornita dallo stesso JFC di Napoli ed un’altra metà proveniente da contributi volontari dei Paesi membri.

a cura di Pietro Batacchi
anteprima NATO e proiezione di stabilità verso sud 15-03-2017

Ieri 14 marzo si è svolta a Roma un’interessante giornata di studio dal titolo: “Projecting stability on NATO southern neighbourhood”. La giornata, organizzata da Istituto Affari Internazionali, NATO Public Diplomacy Division e NATO Defence College, con il supporto di Elettronica e la media partnership di RID, si è svolta in 2 parti. Una prima parte di Workshop a porte chiuse, al quale ha preso parte anche chi scrive, tenutasi presso il Centro Alti Studi della Difesa, ed una seconda parte di conferenza aperta al pubblico presso il Centro congressi di Roma Eventi.

a cura di Pietro Batacchi
anteprima Haftar si riprende la Mezzaluna, e l’Italia? 15-03-2017

Le forze fedeli al Generale Haftar hanno riconquistato i terminal petroliferi della cosiddetta Mezzaluna libica di Sidra e Ras Lanuf. I miliziani islamisti della Benghazi Defence Brigade, scissionisti del Consiglio dei Rivoluzionari di Bengasi che rispondono al Mufti Ghariani, che avevano conquistato i terminal 10 giorni fa, e le Guardie Petrolifere di Saleh Abu Khamada, inviate dal Consiglio Presidenziale di Serraj a presidiarli assieme a miliziani misuratini, si sono ritirate per ri-raggrupparsi nell'oasi di Jufra. La controffensiva di Haftar – condotta con l'ausilio di mercenari del Ciad e del Sudan, e pare anche di contractors russi, è stata supportata da intensi raid aerei rivelatisi decisivi. Raid che potrebbero essere stati in parte condotti pure da velivoli dell'Aeronautica Egiziana, anche se al momento non ci sono conferme, dopo che per giorni gli uomini di Haftar avevano chiesto aiuto al Cairo per ristabilire la situazione.

a cura di Pietro Batacchi
anteprima Trump vuole 12 portaerei 14-03-2017

Il 2017 era già destinato ad essere un anno di svolta per le super portaerei americane, con il definitivo pensionamento della prima unità a propulsione nucleare ENTERPRISE (radiata il 3 febbraio 2017), e la consegna della GERALD FORD, capoclasse del nuovo gruppo di portaerei successive alle 10 NIMITZ, realizzate tra il 1968 e il 2009, attesa entro aprile. 

a cura di Giuliano Da Frè
anteprima La battaglia della Mezzaluna petrolifera 13-03-2017

La situazione nella Mezzaluna petrolifera libica si fa sempre più calda. Dopo circa una settimana di brevi scontri, che hanno fatto seguito alla conquista dei terminal petroliferi di Ras Lanuf e Sidra da parte delle Brigate di Difesa di Bengasi, le forze del Gen. Haftar, ammassate tra Agedabia e Brega – uno dei terminal ancora sotto il loro controllo, insieme a quello di Zueitina – hanno lanciato una pesante controffensiva.

a cura di Andrea Mottola
anteprima NATO e Mediterraneo, comporre i pezzi del puzzle 10-03-2017

Il proseguire degli scontri in Libia tra Haftar e altre milizie, nonché la debolezza del Governo Serraj, ognuno con i suoi protettori e nemici tra gli Stati nord africani, medio orientali e occidentali. Il contingente dei Marines recentemente dispiegato nelle operazioni in Siria contro lo Stato Islamico. Il flusso di migranti e profughi verso l’Europa che nel 2016 ha segnato, secondo i dati ONU, 181.405 sbarchi in Italia e 173.447 in Grecia, per un totale di oltre 350.000 ingressi. L’avvertimento degli esponenti dell’Amministrazione Trump agli alleati NATO sulla spesa per la Difesa, con la soglia del 2%, e sul fatto che gli Stati Uniti rivedranno i loro impegni nella sicurezza europea di conseguenza. La spinta da parte di diversi stati membri, al di qua e al di là dell’Atlantico, perché l’Alleanza Atlantica si occupi maggiormente di contrasto al terrorismo internazionale di matrice islamica. La decisione di stabilire a Napoli un “hub” della NATO per il “fianco sud”, che si occupi in primo luogo di intelligence a a

a cura di Alessandro Marrone*
  1 2 3 4 5 6 7 8 Next >>