anteprima La seconda portaerei cinese vicina al varo 02-03-2017

La seconda portaerei della People Liberation Army Navy (PLAN) TYPE 001A SHANDONG - la prima ad essere costruita integralmente da cantieri navali cinesi, a differenza della TYPE 001 LIAONING, ex VARJAG classe KUZNETSOV acquistata dall’Ucraina e poi refittata - sarebbe prossima al completamento ed al successivo varo, atteso per questa primavera, in vista della sua entrata in servizio prevista per il 2020.

a cura di Andrea Mottola
anteprima Nasce in Avio il razzo del futuro 01-03-2017

Sta nascendo in Avio a Colleferro il più grande motore al mondo monolitico a propellente solido tutto in fibra di carbonio. Cinque volte più leggero e 2 volte più resistente dell'acciaio, il carbonio è il materiale con cui Avio realizza il lanciatore Vega e tutti i motori di prossima generazione. Il nuovo motore è lungo 12 metri, ha un diametro di 3,5 metri, conterrà 142 tonnellate di propellente ed è il più grande mai costruito a Colleferro. Questo è il primo esemplare di una famiglia (P120C) che equipaggerà sia il VEGA C sia ARIANE 6, i nuovi lanciatori europei i cui voli inaugurali sono previsti rispettivamente nel 2019 e 2020. A ritmo serrato procede anche la costruzione dei nuovi impianti che ospiterà la produzione quando sarà a regime.

a cura di Redazione
anteprima Ecco il nuovo bombardiere russo 01-03-2017

Iniziano ad emergere i primi modelli del futuro bombardiere strategico russo PAK-DA. I primi mock-up, realizzati in compositi ed in legno, sono stati già realizzati negli stabilimenti della Tupolev. Il PAK-DA, che dovrebbe presentare una configurazione ad ala volante, velocità subsonica e bassa segnatura radar e IR, potrebbe essere ufficialmente presentato al pubblico nel 2018 e condurre il primo volo nel 2025 (in ritardo rispetto ai piani originali a causa della priorità accordata al riavvio della produzione dei bombardieri Tu-160 BLACK JACK attualmente in servizio).

a cura di Redazione
anteprima Via alla cooperazione con la Marina del Qatar 01-03-2017

Sono stati firmati, presso la sede dello Stato Maggiore della Marina Militare (Palazzo Marina), dal Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, Amm. di Squadra Valter GIRARDELLI, e dal Comandante della Marina dell’Emirato del Qatar, Major Staff General Mohammed Nasser Al Mohannadi, tre “Technical Arrangement” per consentire, nell’immediato futuro: - la partecipazione da parte degli equipaggi qatarini delle corvette di prossima acquisizione ai corsi di formazione e addestramento presso i Centri della Marina Militare; - l’invio di un ufficiale di collegamento MM presso lo Stato Maggiore della Marina Qatarina a Doha; - l’imbarco di personale della Marina Qatarina a bordo di Unità MM. I 3 documenti si inseriscono nel più ampio quadro di crescente collaborazione tra le Forze Armate dei due Paesi, sancito dal Memorandum of Understanding (MoU) sottoscritto il 16 giugno 2016 dal Ministro della Difesa Sen. Roberta Pinotti e dal Ministro per gli Affari della Difesa del Qatar, Khalid bin Muhammad Al-Attiyah. La cerimonia per la firma è stata anche occasione per un incontro informale tra i vertici delle due Marine per discutere di ulteriori possibili aree di cooperazione quali, ad esempio, l’adesione della Marina del Qatar alla VRMTC (Virtual Regional Maritime Traffic Center) un possibile supporto della Marina Militare per l’avvio dei centri di formazione e addestramento della Marina del Qatar e la partecipazione del Comandante della Marina Qatarina al Regional Seapower Symposium 2017 che sarà organizzato dalla Marina Militare nella cornice dell’Arsenale di Venezia. Tutti gli approfondimenti su RID 4/2017.

a cura di Redazione
anteprima Trump: verso un nuovo riarmo? 28-02-2017

Il Presidente americano Donald Trump ha annunciato un incremento delle spese militari per l'anno fiscale 2018 di 54 miliardi di dollari. Un incremento coperto da tagli ai bilanci di altre agenzie federali e ad altre aree di spesa: da quella sanitaria, a quella della cooperazione allo sviluppo. L'annuncio giunge alla vigilia della presentazione al Congresso della proposta di Bilancio federale per l'anno fiscale 2018 (che, ricordiamo, inizierà il 1° ottobre 2017). L'uscita del Presidente sta già destando scalpore – aggiungendosi, tra le altre, anche agli annunci sull'incremento delle capacità nucleari americane – ma se questi saranno effettivamente i numeri non siamo poi molto lontani da quanto previsto dall'Amministrazione Obama. Difatti, l'ultimo bilancio della Difesa proposto dall'Amministrazione democratica, e poi approvato dal Congresso, prevedeva per il 2018 un aumento del bilancio base della Difesa di 33 miliardi di dollari (da 523 miliardi a 556 miliardi) rispetto al 2017.

a cura di Pietro Batacchi
anteprima Ceduta radio “Bayan” all’Afghan National Police 28-02-2017

Nei giorni scorsi  presso la sede del Provincial Headquarters dell’Afghan National Police di Herat, alla presenza del Comandante del TAAC-W, Gen. B. Claudio Minghetti, e del Comandante della polizia Afgana, Brig. Gen. Mohammad  Ayoub Ansari, è stata ceduta a titolo gratuito alla polizia afgana la stazione radio “Radio Bayan”,  creata dai militari italiani nell’ambito di ISAF prima e RS poi, dove alcuni giovani giornalisti afgani hanno lavorato. Ora la radio ha cambiato nome in “Radio National Police in Herat”.

a cura di Stato Maggiore Difesa
anteprima Carabinieri MSU donano materiale a municipalità 28-02-2017

Nei giorni scorsi, i militari del Reggimento Carabinieri MSU hanno portato a termine nella municipalità serba di Gracanica

a cura di Stato Maggiore Difesa
anteprima I militari italiani in addestramento congiunto 28-02-2017

Nei giorni scorsi, i militari italiani di KFOR hanno preso parte a un’esercitazione svolta presso l’area addestrativa di Camp Marechal de Lattre de Tassigny

a cura di Stato Maggiore Difesa
anteprima Il Brasile ritira la SAO PAULO 27-02-2017

Dopo 37 anni di servizio, la portaerei a propulsione convenzionale brasiliana SAO PAULO - ex FOCH classe CLEMENCEAU, venduta nel 2000 dalla Marina Francese per la simbolica cifra di 12 milioni di dollari - l’unica nave del genere ad essere ancora presente nelle flotte del continente americano (ad esclusione, ovviamente della US Navy), verrà smantellata entro il 2020, stando a quanto comunicato dal Ministero della Difesa brasiliano.

a cura di Andrea Mottola