LEONARDO
RID Articoli Mese
anteprima logo RID AESA APG-79(v)4 per gli HORNET dell'USMC

La flotta di F/A-18C/D HORNET dell'US Marines Corps verrà aggiornata con l'installazione, fra il 2020 e il 2022, di radar AESA APG-79(v)4 di Raytheon. Questo radar è una versione ridimensionata dell'APG-79 AESA che già equipaggia i SUPER HORNET e gli EA-18G GROWLER. Il valore del contratto non è ancora stato comunicato. Al lancio del programma, nel marzo 2018, l'USMC espresse un requisito per 98 radar installati, abbastanza per equipaggiare 7 squadroni da 12 velivoli, con 14 radar di riserva. Il nuovo radar rimpiazzerà il vecchio APG-65 e la sua versione migliorata APG-73, che invecchiando sono diventati meno affidabili e più difficili da manutenere. Il v4 impiega la stessa elettronica dell'APG-79, ma un'antenna di dimensioni inferiori e con minori requisiti di potenza installata e raffreddamento; sacrifici inevitabili per poter essere installato senza grandi modifiche nel muso dell'HORNET legacy, più piccolo. L'adozione di un radar AESA rappresenta un significativo incremento capacitivo per l'HORNET, che nei modelli A++, C e D equipaggia al momento un totale di 10 squadroni regolari, uno della riserva ed un Fleet Replacement Squadron per l'addestramento. Gli HORNET dei Marines resteranno in servizio fino al 2030, secondo il 2018 Marine Aviation Plan, che priorizza la sostituzione (entro il 2026) dell'intera flotta di HARRIER con l'F-35. Secondo i piani del 2018, il primo degli squadroni HORNET rimanenti a passare all'F-35 (C, in questo caso) sarà il VMFA-314 di Miramar, sul finire del 2019. Nel 2020 seguirà il VMFA(AW)-225, sempre di Miramar, che passerà su F-35B, mentre ulteriori transizioni seguiranno solo a partire dal 2024.

a cura di
anteprima logo RID Anche Singapore sceglie l’F-35

Singapore ha ufficialmente annunciato che l’F-35 rimpiazzerà l’F-16 in seno alla  Republic of Singapore Air Force (RSAF). La notizia era scontata considerando che Singapore è un cosiddetto Security Cooperation Participant del programma F-35 ed ha un fortissimo legame politico-militare con gli Stati Uniti. Inizialmente la RSAF dovrebbe acquisire un piccolo numero di velivoli per condurre una valutazione operativa e solo in seguito ordinare un numero maggiore di esemplari (entro certi limiti, però, visto il ridotto fattore umano di Singapore). Inoltre, la RSAF è interessata pure alla versione STOVL, a decollo corto e atterraggio verticale, che garantirebbe una maggiore flessibilità operativa e consentirebbe di sfruttare non solo alcune piste minori e più corte presenti sul territorio nazionale, ma all’occorrenza (e in casi di emergenza) anche alcune arterie stradali.

a cura di
anteprima logo RID Israele attacca duro in Siria

Nel corso delle ultime 24 ore l’Aeronautica Israeliana ha lanciato una serie di raid contro obiettivi situati in territorio siriano.

a cura di
anteprima logo RID Boeing: nel 2018 calano le consegne

In base al rapporto annuale pubblicato dalla Boeing, il 2018 ha visto un calo pari al 43,5% (96 apparecchi rispetto ai 170 del 2017) nelle consegne di velivoli militari della divisione Defense, Space & Security dell’azienda rispetto all’anno precedente. 

a cura di
anteprima logo RID La Marina Cinese continua a crescere

Continua senza soste la crescita della People Liberation Army Navy, che ha già immesso in servizio due nuove unità maggiori, pochi giorni dentro al nuovo anno. Le nuove realizzazioni cinesi sono sempre più grandi e capaci, e non si fa mistero dell'aver messo l'US Navy nel mirino. 

a cura di
anteprima logo RID Rinviata la produzione del SU-57

Nonostante il (breve) dispiegamento di due dei prototipi in Siria ad inizio 2018, il programma SU-57 stenta a decollare. Dopo la bocciatura indiana l'anno scorso, anche in patria vede nuovamente rinviata la data d'inizio della produzione in serie. 

a cura di
anteprima logo RID Nave MARGOTTINI in Medio Oriente

Oggi la Fregata Europea Multi Missione (FREMM) CARLO MARGOTTINI è partita dalla base navale di La Spezia, per iniziare una campagna navale, di cui RID è media partner, che la vedrà impegnata in Oceano Indiano, Medio Oriente e Mare Arabico (MOMA) per svolgere attività di presenza e sorveglianza a tutela delle linee di traffico marittimo di interesse nazionale. La campagna rientra, inoltre, nell’ambito delle attività  svolte nel settore della cooperazione internazionale e del dialogo tra i Paesi dell’area con cui l’Italia intrattiene importanti rapporti politico-diplomatici, economici ed industriali, rappresentando, dunque, un'importante occasione per promuovere in modo integrato il “Sistema Paese”, affiancando e supportando le attività di importanti rappresentanti dell’industria nazionale per la difesa come Fincantieri, Leonardo, MBDA ed Elettronica, la cui collaborazione con la Marina Militare e la Difesa ha reso possibile la stessa campagna. Nave MARGOTTINI farà tappa a Karachi (Pakistan), dove prenderà parte all’esercitazione AMAN 2019 con la marina pakistana insieme ad altri 19 paesi, ad Abu Dhabi dove parteciperà alla “Naval Defence Exhibition” (NAVDEX 2019) nell’ambito dell’“International Maritime Defence Exhibition & Conference” (IDEX 2019), a Kuwait City (Kuwait), a Damman (Arabia Saudita) e a Muscat (Oman).  La partecipazione di Nave MARGOTTINI a IDEX-NAVDEX 2019 dimostra l'attenzione della Marina Militare verso gli sviluppi tecnologici e il ruolo che ricopre nelle collaborazioni con l'industria nazionale nella progettazione e realizzazione di piattaforme e sistemi avanzati quali le unità della classe FREMM. Attualmente, in tutto il Medio Oriente ed oltre si registra una grande interesse per il design FREMM (e non solo) con ottime prospettive commerciali.

a cura di
anteprima logo RID La Cina e i sottomarini di Taiwan

Taiwan vuole una classe di nuovi sottomarini costruiti localmente, ma ha bisogno di parter internazionali con esperienza. Pechino, che è già riuscita ad impedire l'acquisto di sottomarini costruiti all'estero, vuole stroncare anche questa iniziativa. 

a cura di
anteprima logo Stato Maggiore Difesa Iraq: cambio al vertice della TF Praesidium

Missione in Iraq: I fanti dell’82° Reggimento “Torino” tornano a Barletta, arrivati da Livorno i paracadutisti del 187° Reggimento "Folgore"

a cura di
anteprima logo Esercito Italiano Libano: sicurezza lungo la Blue Line

Pronta risposta dei Caschi Blu in missione in Libano, in coordinamento con le LAF, in seguito ad alcune esplosioni controllate avvenute lungo la Blue Line.

a cura di
anteprima logo Marina Italiana La fregata Espero rientra dal suo ultimo impegno operativo

A dare il bentornato all’equipaggio, che ha trascorso il Natale in mare, e a salutare l’ultimo rientro della nave, era presente il Comandante in Capo della Squadra Navale, ammiraglio di squadra Donato Marzano

a cura di
anteprima logo Aeronautica Italiana 16° Stormo: acquisita altra qualifica C-UAS

Si amplia la gamma delle qualifiche acquisite dal personale dell’Aeronautica Militare nel contrasto alle minacce derivanti dall’utilizzo di droni

a cura di
  1 2 3 4 5 6 7 8 Next >>